Consigli per adottare un cane randagio

Oggi ti daremo dei consigli per adottare un cane randagio per sapere come educarlo e farlo abituare alla sua nuova famiglia.

Publicidade - OTZAds

Adottare un cane randagio è un bellissimo gesto di umanità, ma è necessario sapere a cosa si va incontro per non rimanere delusi e frustrati.

Infatti i cani randagi sono cani che la maggior parte delle volte hanno vissuto dei traumi e che hanno bisogno di tempo e molto amore.

Di fatto il cane randagio a differenza di uno di razza, ha bisogno di molte attenzioni e amore.

Publicidade - OTZAds

Così per curare i traumi passati e ricominciare a vivere serenamente con una famiglia di umani, il cane dev’essere educato con certe attenzioni.

Di seguito ti daremo alcuni consigli per adottare un cane randagio e farsi che questa esperienza sia la migliore possibile per te e per lui.

Scegliere e prepararsi

Iniziamo dal canile. Quando andrai in canile a scegliere il tuo cane, dovrai avere delle attenzioni.

Di solito i responsabili del canile, conoscono bene i cani e ti aiuteranno a scegliere quello più adatto a te.

Quindi non fermarti all’estetica ma considera anche il comportamento e le necessità dell’animale.

Publicidade - OTZAds

Per esempio, se è un cane che non riesce a stare molto solo e sai già che hai un tempo limitato per occupartene è meglio evitare.

Primo consiglio per adottare un cane randagio è saper riconoscere il più adatto a te.

Dopo aver scelto il tuo cane, dovrai prepararti ad accoglierlo.

Quindi per primo dovrai fargli trovare un ambiente sicuro dove inserirsi. Per esempio, elimina tutte le sostanze tossiche che sono a portata di mano.

E scegli una zona tranquilla della casa per mettere la sua nuova cuccia dove potrà sdraiarsi e dove troverà i suoi giocattoli.

Principali vaccini per animali domestici

NOVITà

Conoscerlo: segnali di disagio

I cani sono degli essere viventi che comunicano in un modo diverso dal nostro.

Per questo un altro consiglio per adottare cani randagi è prendersi un tempo per conoscerlo.

Per capire che cosa gli piace o che cosa gli fa paura.

Publicidade - OTZAds

Infatti i cani randagi tendono ad essere abbastanza impauriti, sia per violenze passate sia per paura di abbandono.

Quindi dovrai imparare a riconoscere i suoi segnali di disagio, che può mostrare abbassando la testa, sbadigliando oppure ringhiando.

Una volta riconosciuti questi segnali, riuscirai a capire anche le cause e evitare che si ripetano.

Serenità, pazienza e comprensione

I cani sanno leggere molto bene il nostro linguaggio corporale, perciò sanno quando siamo ansiosi o arrabbiati o impauriti.

Allora sappi che con i cani randagi è bene sempre mantenere un atteggiamento sereno e comprensivo.

Publicidade - OTZAds

Quindi evita movimenti bruschi, brutte occhiate, evita di alzare la voce. Invece usa un tono di voce calmo e riempilo di carezze.

Il cane devi sentirsi protetto e amato.

Allora mostragli che sei sereno così anche lui riuscirà a tranquillizzarsi.

Inoltre ricordarti che il processo perché il cane si riesca ad ambientare bene in casa è lungo e necessita di lavoro.

Quindi preparati ad avere molta pazienza e non accelerare il processo.